Il cento c'è

Il cento c'è

Pagine

sabato 27 gennaio 2018

La magia di un libro



      DAL LIBRO AL GIOCO: la magia di “Un libro” di Hervé Tullet 



“I bambini vogliono sapere tutto e non hanno pregiudizi. Essi, più sono piccoli e più sono aperti. Tutto è comprensibile ed è in grado di comunicare per loro con un vasto repertorio di strumenti. Tutto quello che dovete fare è mostrare qualcosa, per farla diventare l’inizio di una nuova cosa.”  
di HervèTullet






La scelta di quale libro leggere  nella scuola dell’infanzia sembra cosa facile, ma vi assicuro che non lo è affatto! Si pubblicano tanti libri per bambini  belli e accattivanti per immagini ma attirare l’attenzione dei bambini di oggi, abituati fin da piccoli all’uso di telefonino o tablet  risulta difficile. L’idea di utilizzare uno dei libri di Hervè Tullet,  un brillante ed innovativo autore  della letteratura per l’infanzia, è  nata per caso…”Un libro  parla direttamente al  bambino coinvolgendolo in un viaggio appassionante tra i colori. L’autore francese utilizza un mezzo molto antico quale la carta infischiandosene della moderna tecnologia .
La magia sta nel seguire le indicazioni del libro, il cui protagonista è il pallino giallo: suggerisce  di utilizzare il dito come fosse un pennello e toccare i colori nella pagina… e comincia così l’avventura!





In questo modo i  bambini vengono coinvolti  sugli argomenti più diversi, dai numeri (chiedendo di contare i pallini sulla pagina) ai colori (domandandone i nomi) allo spazio (esplorando direzioni e forme geometriche). Tanto è vero che abbiamo realizzato una serie di laboratori, diversi per fascie di età:
-          Laboratorio sui colori primari;
-          Laboratorio sulle figure geometriche
-          Laboratorio sui concetti topologici, relazioni spaziali e temporali.

-          Laboratorio ludico.








A ogni azione corrisponde una reazione nel testo, in una concatenazione di cause-effetti; i bambini si stupiscono di scoprire che i loro movimenti fisici creano delle variazioni nella pagina successiva e gli attribuiscono proprietà magiche, senza capire che il libro resta sempre uguale nel tempo e sono invece i disegni a cambiare, di foglio in foglio.   Con grande stupore mi sento chiedere: “ maestra , dai leggiamo il libro magico”. E senza fare fatica si siedono ed iniziamo il nostro viaggio.





È fantasia allo stato puro, un gioco da fare e rifare, insieme ai bambini, per ridere e divertirsi assieme e senza mai smettere di meravigliarsi della capacità della nostra immaginazione.

Nessun commento:

Posta un commento